Eric Johansson: l’artista che rende possibile l’impossibile GUARDA LA GALLERY

Non so se possiamo ancora parlare di “fotografie”, sta di fatto che le fotografie surrealiste del fotografo svedese Eric Johansson stanno riscuotendo molto successo. Poco fa affermavo che non sapevo se potevo parlare ancora di “fotografia” davanti alle opere di Eric Johansson, questo perché, tutto sembrano tranne una foto. Ma la bravura di questo ragazzo è davvero incredibile e fuori da ogni schema! Scopriamo il perché.

Eric Johansson è un mago del fotoritocco. Su questo non ci sono dubbi. Però dietro c’è molto di più. Una mente geniale che “dipinge” l’impossibile rendendolo possibile. Questo modo di distorcere la realtà, d’infrangere ogni tipo possibile di regola fisica ricorda molto il periodo surrealista solo che invece di dipingere una tela, Eric Johansson, partendo da diverse fotografie, crea un’unica immagine elaborandola con Photoshop.

Qualcuno potrebbe distorcere il naso e controbbattere dicendo: “eh ma quelle sono capaci tutti di farle, basta saper usare Photoshop!”. In realtà questa affermazione è semi-vera. Ciò che differenzia Eric Johansson sta proprio in questo. Lui è bravo ad usare i programmi di fotoritocco, ma prima di tutto è un ottimo fotografo. Infatti, il fotografo svedese non utilizza immagini prese o acquistate da internet, lui va fisicamente a cercare soggetti, luoghi e sfondi che, montati ad arte su Photoshop, formeranno l’immagine più surreale di sempre.

Ecco alcune delle sue incredibili foto che abbiamo scelto tra tutti i lavori di Eric:

Set Them Free

Set Them Free, Eric Johansson

L'autore

Marco Carotenuto

Mi chiamo Marco. Ho 33 anni. Fotografo prima, art director poi, fremo per il non convenzionale. Ideare, ricreare, scomporre e immaginare nuovi punti da cui sbirciare il mondo sono il sale della mia vita. Divertirsi, prima di stupire e rendere partecipi, coinvolgere chi ci sta di fronte sono i pilastri di questa professione, impregnata di magia. Il trucco? Farlo in modo serio, proprio come fanno i bambini a capo di un gioco. Apertura mentale e sguardo curioso mi hanno accompagnato, scandendo il mio approccio alla fotografia e alla pubblicità. Sono un fotografo professionista che ha studiato alla scuola romana di fotografia; la mia passione principale è la fotografia di paesaggio e la natura nel suo essere. Ho ricevuto due riconoscimenti da parte di Nikon, con la pubblicazione sul libro annuale. Sono stato invitato a partecipare a più mostre fotografiche, tra cui Molise cinema e MArteLive.