Perchè stampare le tue foto ti renderà un fotografo migliore

“Stampa le tue foto. Questo è un piccolo consiglio che va ben oltre la semplice gioia di avere in mano una foto ricordo. Infatti, stampare le tue foto ti farà un fotografo migliore e ti aiuterà a mantenere il compimento che proviene dalla fotografia.”

Recitava cosi l’inizio del post del fotografo e regista Peter McKinnon, un articolo che ha saputo catturare fin da subito la mia attenzione, soprattutto perchè in questo ultimo periodo mi sto dilettando molto con la stampa delle mie foto. In un altro articolo, ti avevo parlato di come fare per organizzarti per stampare foto da casa (leggi tutto l’articolo) oggi invece voglio condividere questo pensiero, con cui mi trovo assolutamente d’accordo.

Perchè dovrei stampare le mie foto? Spendo soldi, consumo carta e nessuno le guarda

La fotografia è sempre stata un processo che si sviluppa in due parti:

  1. Preparazione e scatto
  2. Sviluppo e stampa

Con l’avvento del digitale la fase due si è leggermente trasformata ed evoluta in un processo che possiamo definire post-produzione e condivisione sui social. Non sto ad elencare qui tutti i motivi, ma questo, ovviamente, ha fatto si che l’analogico venisse messo da parte e con lui anche uno dei processi che rendeva unica la fotografia: la stampa.

Ci siamo abituati ad avere sempre tutto dentro i nostri smartphone, tablet o PC. Sfogliare album fotografici, raccontare un viaggio o un’avventura è sicuramente più semplice ed immediato se lo fai attraverso i canali social come Facebook, Instagram o uno dei tanti siti che ti permettono di creare la tua galleria fotografica personale.

Ma siamo proprio sicuri che questa sia la strada giusta?

Anche se può sembrare più funzionale, utilizzare portfolio o gallerie online, non riscuoteranno mai lo stesso successo che, al contrario, può riscuotere una fotografia stampata e toccata con mano. infatti, quando stai “sfogliando” delle foto sul web,  la maggior parte delle volte, l’attenzione che si ha per una foto è davvero sottile. Si scorre per lo streaming, si nota una foto e si mette like, senza badare troppo al contenuto vero o il messaggio.

Quali sono i vantaggi a stampare le foto?

1) Capire la tua fotografia

Toccare con mano una foto, non è solo sinonimo di “ammirare uno scatto”  ma ha un messaggio ben più profondo. Una stampa fotografica riesce a rivelare una serie di informazioni, di sfumature e emozioni che solo tu con la tua tecnica e le tue abilità puoi trasmettere.

2) Riscoprire il piacere di una stampa

In fin dei conti sei ci pensi bene il processo che avveniva in camera oscura è replicabile (anche se digitalmente) anche oggi. Mi spiego meglio.

Immagina tutto il processo che si svolgeva in analogico partendo dalla fase di scatto fino ad arrivare alla stampa e di duplicarlo anche per il digitale. Ho preparato uno schemino dove ho riassunto più o meno tutte le fasi che si percorrevano nell’era della pellicola con accanto ciò che si fa oggi con il digitale:

stampare foto

L’esperienza che puoi vivere durante il processo nella camera oscura ovviamente non è paragonabile, questo è un dato di fatto, però a grandi linee si raggiunge sempre lo stesso risultato: una bellissima stampa da conservare, da mostrare al tuo pubblico e perchè no, da vendere e ritrovare nei salotti di qualche tuo ammiratore.

Per cui la stampa di una foto non deve avvenire per forza di cose in camera oscura o essere parte di quel processo (anche se consiglio di vivere l’esperienza almeno una volta nella vita), ma, anche oggi nel digitale deve essere motivo per cominciare a conservare qualcosa che durerà nel tempo, che altrimenti salvata dentro un HD rischieresti di perdere senza accurati backup.

L'autore

Marco Carotenuto

Mi chiamo Marco. Ho 33 anni. Fotografo prima, art director poi, fremo per il non convenzionale. Ideare, ricreare, scomporre e immaginare nuovi punti da cui sbirciare il mondo sono il sale della mia vita. Divertirsi, prima di stupire e rendere partecipi, coinvolgere chi ci sta di fronte sono i pilastri di questa professione, impregnata di magia. Il trucco? Farlo in modo serio, proprio come fanno i bambini a capo di un gioco. Apertura mentale e sguardo curioso mi hanno accompagnato, scandendo il mio approccio alla fotografia e alla pubblicità. Sono un fotografo professionista che ha studiato alla scuola romana di fotografia; la mia passione principale è la fotografia di paesaggio e la natura nel suo essere. Ho ricevuto due riconoscimenti da parte di Nikon, con la pubblicazione sul libro annuale. Sono stato invitato a partecipare a più mostre fotografiche, tra cui Molise cinema e MArteLive.